Cerca
  • Virtual Teleselling

Lavoro da casa e figli: 6 consigli su come organizzarsi al meglio

L'attuale emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 ha portato alla chiusura di attività commerciali non necessarie, uffici e scuole. Oggi la maggior parte degli italiani sta lavorando in smart working: ovvero lavora da casa... insieme ai propri figli. Come si fa a rimanere concentrati in questi casi?

#IoRestoAcasa è fondamentale affinché il Coronavirus venga battuto definitivamente. Per questo il Governo ha ritenuto opportuno - e con giusta ragione-sottoporre l'Italia ad un periodo di quarantena.

L'Italia è in lockdown, tutto è chiuso, tranne le attività che producono e vendono beni di prima necessità.

Smart Working è la parola d'ordine in tutto il paese, e se da un lato questo vuol dire che si può comodamente continuare a lavorare da casa propria, dall'altro, vuol dire che si può comodamente lavorare da casa propria INSIEME AI FIGLI. Oggi più che mai genitori si ritrovano alle prese con il dover conciliare gli impegni di lavori e quelli familiari, senza la possibilità di poter ricorrere all'aiuto dei nonni e/o alla baby sitter.

Una grossa gatta da pelare, tenendo presente che i bambini sono forse quelli che stanno pagando il prezzo maggiore di questa quarantena. Niente amici, niente scuola, niente parco.. niente di niente... e questo li porta ad essere sempre più annoiati e desiderosi della compagnia dei propri genitori. Come dargli torto?

Ebbene, com'è possibile restare concentrati e produttivi in una situazione del genere?

Come si fa a lavorare senza scontentare i propri bambini?

Ecco alcuni consigli per voi!

Iniziamo.

1# Organizzati con tuo marito/ tua moglie

La complicità tra genitori è fondamentale, ora più che mai. E' di vitale importanza che vi organizziate tra di voi, in modo da poter dare ai bambini un messaggio e delle direttive chiave da seguire.

Avete la possibilità di scegliere dei turni di lavoro diversi? Benissimo!

Il vostro lavoro da la possibilità di poter coinvolgere anche i bambini? Ancora meglio! Magari potete giocare questa carta per tenerli buoni, fino a quando vostro marito/moglie non avrà finito di lavorare, e vi darà il cambio

2# Chiudi la porta

La prima regola dello smart working che funziona è creare un'area di lavoro, organizzata come un vero e proprio ufficio e, come regola, un'ufficio degno di questo nome è dotato di una porta.

Creare un ufficio domestico che permetta di isolarvi è indispensabile, sia per far capire ai bambini che "mamma e/o papà sta lavorando, e quindi non va disturbata/o", sia per mantenere la concentrazione


3# Lavorare quando i bambini dormono

Cerca di lavorare quando i bambini dormono o sono distratti da altre attività: la mattina o la sera sono le fasce orarie ideali.

Potresti iniziare a lavorare quando i tuoi bimbi sono ancora a letto, per quando si saranno svegliati sarai già a metà dell'opera. Il tardo pomeriggio e la sera rappresentano un'altra fascia oraria ideale, di solito, i bambini sono distratti da altro o troppo stanchi. Metterli a letto presto potrebbe essere una soluzione.

4# Fate un patto con i bambini

Dì ai tuoi figli che hai bisogno del loro aiuto in modo da poter svolgere il tuo lavoro, e che se ti aiutano guadagneranno una ricompensa. Ad esempio, dì loro che guadagneranno un bonus sulla paghetta o minuti extra di televisione se ti lasceranno tranquillo/a, fino a quando non ti sarai preso/a una pausa.

5# Elaborare un calendario delle attività

La noia è il peggior nemico dei bambini, e i bambini si sa, si annoiano in fretta. Per questo ti suggeriamo di programmare la loro giornata, prepara un calendario con almeno 30 possibili attività: lo so che sembrano tante, ma è sempre meglio avere un'asso nella manica da sfoderare in caso di " questo gioco non mi piace". Internet può esserti d'aiuto! Esistono dei siti che forniscono dei validi suggerimenti sui giochi da fare con materiale che si trova facilmente in casa.

6# Passa del tempo con loro

Trascorrere del tempo con i tuoi figli aiuterà te a staccare la spina e loro a sentirsi meno frustrati. Ricorda, lavorare da casa vuol dire tornare padroni del proprio tempo.. e del tempo da dedicare ai propri figli, così com'è giusto che sia.

46 visualizzazioni0 commenti